Monday, December 10, 2018

Public, nuovo video: Nel tuo letto (live in Soviet)

Apriamo la settimana tornando a parlare di una band che amiamo molto, e che abbiamo ospitato nello scorso mese di marzo (qui il podcast).

Si chiamano Public, e sono capitanati da Paolo Beraldo, già autore di un bellissimo esordio nel 2005 a nome Northpole con alcuni artisti che ben conosciamo, come Fabio De Min (Non voglio che Clara), Cristiano Lo Mele (chitarrista di Perturbazione e Totò Zingaro) ed Elena Diana (violoncellista ex-Perturbazione). A seguire, ha dato vita ai Public, che hanno pubblicato due ottimi dischi, Lunario nel 2008 (autoprodotto e scaricabile gratuitamente dal loro sito) ed Oracolo nel 2010, per l'etichetta di De Min, Lavorare Stanca.

Dopo una lunga attesa, interrotta unicamente dalla partecipazione a due compilation nel 2012 e da un singolo che vi presentammo l'anno seguente, il 1° marzo Dischi Soviet Studio ha pubblicato il loro nuovo album, intitolato IsoleUn altro splendido lavoro, che "guarda al passato ed alla tradizione immaginando la musica nel 2020, mescolando la canzone d'autore italiana con una scrittura che ha le sue radici altrove: Isole, un arcipelago di canzoni in fase di trasformazione".
Oggi siamo lieti di presentarvi un bel nuovo video pubblicato nei giorni scorsi, in cui interpretano la affascinante Nel tuo letto nello studio della loro etichetta: enjoy!!



Sunday, December 9, 2018

Ryley Walker ad aprile in Lussemburgo, qui live @ KEXP

Anche questa settimana torna l'immancabile appuntamento con il concerto della domenica, e come a volte ci capita usciamo dai nostri abituali sentieri sonori italiani, stavolta per occuparci di uno dei cantautori più interessanti emersi negli ultimi anni.

Si chiama Ryley Walker, deve ancora compiere 30 anni, ed ha pubblicato negli ultimi cinque altrettanti album, l'ultimo nel maggio scorso, Deafman glance. Non contento, il 16 novembre ha fatto uscire un disco di cover nel quale ripropone per intero The Lillywhite Sessions, lavoro ufficialmente inedito della Dave Matthews Band.

Un artista che percorre sentieri sonori fra folk, blues e jazz, spesso tinti di psichedelia, e che ha conquistato i favori di pubblico e critica anche grazie all'intensa voce ed alle doti di chitarrista. Siamo lieti di annunciare che in primavera partirà per un nuovo tour europeo che toccherà anche Lussemburgo, giovedì 11 aprile, per un concerto a De Gudde Wëllen, dove si è già esibito nel 2015.
Per prepararci, e per invitarvi a non mancare, quest'oggi vi proponiamo due splendidi set con intervista negli studi di KEXP, la storica radio di Seattle, nel luglio 2014 e nel giugno 2015: enjoy!!





Saturday, December 8, 2018

Daniele Celona e Ferro Solo nel podcast della settimana, già online!!

Non avete potuto ascoltare in diretta la trasmissione di oggi, ospiti Daniele Celona e Ferro Solo, o forse volete riascoltarla?
La trovate a questo link, in streaming o download: enjoy!!



Tracklist:
1
Eurocrime!Calibro 35
2
LeggerezzaDiaframma
3
BengalaTre Allegri Ragazzi Morti
4
Posso (feat. Max Gazzè)Carl Brave
5
CuoreClavdio
6
Stare senzaHiperico
7
IXMòn
8
HD BlueDaniele Celona
9
ShinigamiDaniele Celona
10
Io cerco teIl Teatro degli Orrori
11
He spiesFerro Solo
12
GalaFerro Solo


In onda stamattina, ospiti Daniele Celona e Ferro Solo

È arrivato il weekend, pronti come ogni sabato a seguirci su nuovi Sentieri Sonori?

Vi proporremo come sempre 90 minuti di ottima musica italiana, totalmente incentrati sulle novità, accogliendo due graditi ospiti. Per quanto riguarda le nuove uscite, presenteremo in particolare i nuovi singoli di Diaframma, Tre Allegri Ragazzi Morti, Mòn e Clavdio, l'EP di Carl Brave e l'album di Hiperico.
Venendo agli ospiti, ci occuperemo in primo luogo del nuovo lavoro di Daniele Celona, cantautore torinese che si è fatto conoscere con due album ed un EP live, ben accolti da pubblico e critica, e con un’intensa attività live, che lo ha anche visto condividere il palco con artisti come Paolo Benvegnù, Umberto Maria Giardini ed Il Teatro degli Orrori e collaborare con Levante e Nadàr Solo.

A fine agosto ha pubblicato una prima anticipazione del suo terzo disco, intitolata Shinigami, colonna sonora del cortometraggio realizzato dal regista Bruno "Mezzacapa" D’elia, con la partecipazione di Pierpaolo Capovilla. È seguito un secondo singolo e video, HD Blue, che ha lanciato la pubblicazione, il 25 ottobre, dell'album a fumetti Abissi tascabili. Edito dal Comicon, registrato al San Pedro studio da Antonio Cooper Cupertino, e co-prodotto da Comicon, The Goodness Factory e dai fan raccolti intorno al gruppo I Celofan"l’album è composto da dieci canzoni e da dieci storie illustrate dai fumettisti del Progetto Stigma (Akab, Marco Galli, Stefano Zattera, Luca Negri, Alberto Ponticelli, Jacopo Starace, Squaz, Pablo Cammello, Darkam, Officina Infermale, artwork di copertina di Cosimo Miorelli) che hanno liberamente interpretato ogni canzone presente nel disco. Il titolo non a caso richiama la struttura di una collana letteraria. I brani contenuti nel disco infatti si accostano facilmente alla struttura del racconto breve, cerchi di storie concentriche ai confini della realtà. Fantascienza, mitologia, favola si intrecciano creando un tessuto narrativo che, tra le righe, fa da base per un'analisi trasversale dell’uomo moderno e dei suoi mali, degli abissi che si nascondono appena sotto la superficie di una quotidianità fatta di routine e smartphone." Oltre al citato Capovilla, sono ospiti del disco Paolo Benvegnù ed il Sunshine Gospel Choir.

Un lavoro di grande spessore, su sentieri sonori fra il rock e la canzone d'autore, percorsi con piglio e personalità, e con una voce bella ed emozionante.



Vi presenteremo poi il debutto da solista di un musicista che seguiamo ed apprezziamo da tanti anni come membro di una delle più grandi rockband italiane.

Parliamo di Ferruccio Quercetti, una delle due chitarre e voci dei CUT, che ha pubblicato il 9 novembre con Riff Records il primo disco come Ferro Solo, dal lunghissimo titolo Almost mine: the unexpected rise and sudden demise of Fernando - Part 1. Un disco da solista, ma realizzato insieme ad una serie di bei nomi della musica indipendente italiana, e suoi cari amici. Citiamo fra gli altri Andrea Rovacchi, Luca Giovanardi ed Ulisse Tramalloni dei Julie's Haircut ed i Giuda al gran completo sul primo singolo.

Un ottimo lavoro, che spazia dal rock'n'roll che frequenta abitualmente con la sua band ad altri mondi come post punk e new wave, fino a sorprendere con sonorità folk ed inaspettate ballads.


READY TO TUNE IN?!!
11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Friday, December 7, 2018

Ofeliadorme, nuovo singolo e video: Hands

Chiudiamo la settimana parlando di una band da qualche anno nelle nostre scalette, che che abbiamo ospitato ormai quasi due anni fa per il loro ultimo album (qui il podcast).

Gli Ofeliadorme hanno esordito nel 2009 con Sometimes it’s better to wait, EP mixato e masterizzato da Francesco Donadello (Blonde Redhead, Dustin O’Halloran, Efterklang, Offlaga Disco Pax..) che ha consentito alla band di iniziare subito un’intensa attività live tra Italia e UK. Sono seguiti due album, All Harm Ends Here nel 2011 e due anni dopo Bloodroot, prodotto dalla band in collaborazione con Bruno Germano (Settlefish, Iosonouncane), e con la partecipazione di Angela Baraldi e Vittoria Burattini (Massimo Volume).

Due fattori hanno poi contribuito ad una forte evoluzione nel sound della band, che ha decisamente virato verso l’elettronica, come testimoniato dall’EP del 2014, The Tale. In primo luogo l’uscita del bassista Gianluca Modica, che ha lasciato la formazione a tre: Michele Postpischl alla batteria e Tato Izzia ai synth, ad accompagnare la splendida voce di Francesca Bono. In secondo luogo l’incontro con un grande produttore e musicista come Howie B (Bjork, Tricky, Casino Royale, U2), nato dal remix della loro Paranoid Park e sfociato nella proposta di registrare, produrre e pubblicare il loro terzo disco, per la sua neonata etichetta londinese HB Recordings.
Il risultato si intitola Secret Fires, è uscito il 17 marzo 2017, ed è stato registrato e prodotto da Howie B con il sound engineer Joe Hirst (Four Tet, Jarvis Cocker, DJ Shadow) tra la campagna del Galles e Londra. Uno splendido lavoro, molto curato ed affascinante, che la band ha presentato in un'occasione prestigiosa come il festival SXSW di Austin, Texas.

Torniamo ad occuparci di loro in occasione dell'uscita di un nuovo singolo, Hands, pubblicato nella compilation Space is the plaice (si, scritto così, non è un mio errore) dalla Pussyfoot Records, etichetta dello stesso Howie B e di Nick Young. Un brano molto bello, affascinante come loro abitudine, e come il video diretto da Seth Morley che vi presentiamo stamattina: enjoy!!



Thursday, December 6, 2018

In onda sabato mattina, ospiti Daniele Celona e Ferro Solo

La settimana sta come sempre volando via, si avvicina il weekend, e con esso il vostro appuntamento con Sentieri Sonori!!

Vi proporremo come sempre 90 minuti di ottima musica italiana, totalmente incentrati sulle novità, accogliendo due graditi ospiti. Per quanto riguarda le nuove uscite, presenteremo in particolare i nuovi singoli di Diaframma, Tre Allegri Ragazzi Morti, Mòn e Clavdio, l'EP di Carl Brave e l'album di Hiperico.
Venendo agli ospiti, ci occuperemo in primo luogo del nuovo lavoro di Daniele Celona, cantautore torinese che si è fatto conoscere con due album ed un EP live, ben accolti da pubblico e critica, e con un’intensa attività live, che lo ha anche visto condividere il palco con artisti come Paolo Benvegnù, Umberto Maria Giardini ed Il Teatro degli Orrori e collaborare con Levante e Nadàr Solo.

A fine agosto ha pubblicato una prima anticipazione del suo terzo disco, intitolata Shinigami, colonna sonora del cortometraggio realizzato dal regista Bruno "Mezzacapa" D’elia, con la partecipazione di Pierpaolo Capovilla. È seguito un secondo singolo e video, HD Blue, che ha lanciato la pubblicazione, il 25 ottobre, dell'album a fumetti Abissi tascabili. Edito dal Comicon, registrato al San Pedro studio da Antonio Cooper Cupertino, e co-prodotto da Comicon, The Goodness Factory e dai fan raccolti intorno al gruppo I Celofan, "l’album è composto da dieci canzoni e da dieci storie illustrate dai fumettisti del Progetto Stigma (Akab, Marco Galli, Stefano Zattera, Luca Negri, Alberto Ponticelli, Jacopo Starace, Squaz, Pablo Cammello, Darkam, Officina Infermale, artwork di copertina di Cosimo Miorelli) che hanno liberamente interpretato ogni canzone presente nel disco. Il titolo non a caso richiama la struttura di una collana letteraria. I brani contenuti nel disco infatti si accostano facilmente alla struttura del racconto breve, cerchi di storie concentriche ai confini della realtà. Fantascienza, mitologia, favola si intrecciano creando un tessuto narrativo che, tra le righe, fa da base per un'analisi trasversale dell’uomo moderno e dei suoi mali, degli abissi che si nascondono appena sotto la superficie di una quotidianità fatta di routine e smartphone." Oltre al citato Capovilla, sono ospiti del disco Paolo Benvegnù ed il Sunshine Gospel Choir.

Un lavoro di grande spessore, su sentieri sonori fra il rock e la canzone d'autore, percorsi con piglio e personalità, e con una voce bella ed emozionante.



Vi presenteremo poi il debutto da solista di un musicista che seguiamo ed apprezziamo da tanti anni come membro di una delle più grandi rockband italiane.

Parliamo di Ferruccio Quercetti, una delle due chitarre e voci dei CUT, che ha pubblicato il 9 novembre con Riff Records il primo disco come Ferro Solo, dal lunghissimo titolo Almost mine: the unexpected rise and sudden demise of Fernando - Part 1. Un disco da solista, ma realizzato insieme ad una serie di bei nomi della musica indipendente italiana, e suoi cari amici. Citiamo fra gli altri Andrea Rovacchi, Luca Giovanardi ed Ulisse Tramalloni dei Julie's Haircut ed i Giuda al gran completo sul primo singolo.

Un ottimo lavoro, che spazia dal rock'n'roll che frequenta abitualmente con la sua band ad altri mondi come post punk e new wave, fino a sorprendere con sonorità folk ed inaspettate ballads.


La raccomandazione è la solita: READY TO TUNE IN?!!
Sabato 8 dicembre, 11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Wednesday, December 5, 2018

Dj FastCut, ecco la preview del nuovo album: Dead Poets 2: I Due Ordini

Anche questo pomeriggio ci occupiamo di rap, per parlare del seguito di uno splendido disco uscito due anni fa, che vi abbiamo presentato con un'intervista ad inizio 2017 (qui il link al podcast).

Si tratta di un album pubblicato da Glory Hole Records il 19 dicembre 2016, e che purtroppo avevamo ricevuto leggermente troppo tardi per inserirlo nelle Sentieri Sonori Picks 2016, come non avremmo esitato un istante a fare. Si intitola Dead Poets, ed è opera di Dj FastCut, dj e beatmaker sulle scene da una quindicina di anni, membro di GuastaF3st3 ed anche attivo a livello internazionale: "Made cuts for Snoop Dogg, Busta Rhymes, KRS ONE, Ghostface Killah, Raekwon.."
Tutto il lavoro, imperniato su riferimenti e campioni da L'attimo fuggente, è ricchissimo di ospiti di valore e prestigio: il risultato è un disco dall'incredibile impatto, sorprendente, ricco e vario, che siamo stati molto felici di presentarvi con una bella intervista.

Nelle scorse settimane in trasmissione abbiamo preannunciato l'arrivo del secondo volume, ed è ora ufficiale: Dead Poets 2: I Due Ordini uscirà nelle prossime settimane, e sarà presto in preorder a questo link. Un'opera che si annuncia ancor più imponente, già solo per i numeri, ben 27 brani ed addirittura 63 MCs, inclusi tanti nomi ben noti dalle nostre parti, come Ice One, Danno, Claver Gold, Murubutu, Moder, Kento, Militant A..
Non mancheremo ovviamente di presentarvelo, anche con una bella intervista a gennaio, e vediamo se questa volta faremo in tempo ad inserirlo nelle Picks dell'anno.. intanto, siamo già felici di potervi proporre una preview di tutto l'album, pubblicata giusto ieri: enjoy!!



CaL-IcE (Cal + Ice One), nuovo video: Se non sai chi sono

Questa mattina torniamo ad occuparci di uno dei dischi che abbiamo presentato sabato scorso in trasmissione con un'intervista (qui il podcast), lo splendido debutto del nuovo progetto di un nome storico della scena hip-hop italiana.

Parliamo di Sebastiano Ruocco, in arte Ice One, beatmaker e rapper dalla storia più che trentennale, che l'ha visto fra l'altro fra i fondatori del Colle Der Fomento, e che negli ultimi due anni è stato spesso nelle nostre scalette per lo splendido disco che ha fatto con don Diegoh, entrato anche nelle nostre Sentieri Sonori Picks 2015. In questo caso lo troviamo invece a collaborare con Carlotta Cecchinato, aka CAL, MC, giovane poetessa e pittrice di origine veneta, per un nuovo progetto chiamato CaL-IcE.

Le basi del primo si uniscono alle liriche della seconda, "dal sociale all’introspezione, con i testi che prendono la forma di un flusso di coscienza". Il risultato è un album intitolato Iniezione Musicale, uscito il 9 novembre per Mandibola Records, che sorprende e conquista, con personalità ed originalità.
Oggi vi proponiamo il bel nuovo video, Se non sai chi sono, per la regia di Mattia Kollo: enjoy!!




Tuesday, December 4, 2018

Gold Mass, secondo singolo e video: Our reality

Nella trasmissione di sabato (qui il podcast) abbiamo proposto come sempre molte novità, inclusa l'anteprima radiofonica di uno splendido singolo.

Si fa chiamare Gold Mass, all'anagrafe Emanuela Ligarò, e domenica ha pubblicato il suo secondo singolo, Our reality, che anticipa l'album Transitions, in arrivo nei prossimi mesi. Un esordio che affascina, conquista e sorprende per maturità e profondità, e che non a caso ha attirato l'attenzione di grandi produttori internazionali, come Howie B, Marc Urselli o Luke Smith. La scelta è alla fine caduta su Paul Savage, già al lavoro con nomi come Mogwai, Franz Ferdinand o Arab Strap.

Siamo in territori elettronici, ma caldi e ricchi di mille sapori, frutto di "anni e anni di ascolto di musica, classica, lirica, rock anglosassone, latina tradizionale. Ho passato inverni in compagnia di Dylan, del progressive inglese, ho apprezzato i cantautori italiani e sono stata travolta dell'elettronica."
Siamo stati felici e fieri di poter presentare questo secondo singolo in assoluta anteprima radiofonica, come il precedente Happiness in a way, e non mancheremo di continuare a seguire la strada che porterà all'uscita del disco, che lanceremo sicuramente con una bella intervista. Nel frattempo, stamattina ve ne proponiamo il video, diretto da Luca Salvatori: enjoy!!



Monday, December 3, 2018

Dunk, nuovo live video: Stradina

Apriamo la settimana tornando a parlare di un progetto che vi abbiamo presentato ad inizio anno con un'intervista (qui il podcast).

Si fanno chiamare Dunk, e sono "un esperimento in progress al limite della performance" nato dall'incontro tra due musicisti che conosciamo ed apprezziamo, Luca Ferrari (Verdena) e Carmelo Pipitone (Marta Sui Tubi, O.R.K., al debutto da solista in questi giorni) ed i fratelli Ettore e Marco Giuradei, che conoscevamo più di nome che di fatto. La scintilla iniziale è stata l'incontro fra il primo e l'ultimo, in occasione di un concerto dei Giuradei a Bergamo, cui sono seguite una serie di jam session nello studio dei Verdena. Allo stesso tempo Ettore ha cominciato a scrivere nuove canzoni con testi ispirati ad autori come Carmelo Bene ed Antonin Artaud, incentrati soprattutto sul "tema del doppio e di una certa inadeguatezza dell'esistere". L'esordio live, nell'aprile dello scorso anno a Brescia, ottenne ottimi riscontri, ma convinse il trio ad allargarsi, coinvolgendo Carmelo Pipitone e la sua chitarra. Dopo un periodo di prove e scrittura, a settembre la band ha registrato il primo omonimo disco, che "raccoglie tutto l'entusiasmo di questa manciata di mesi passata insieme: un disco poco pensato, suonato di pancia, a cuore aperto".

La novità dell'autunno è l'ingresso nella band di un altro musicista che conosciamo bene, Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz"chitarrista dal gusto unico, che arricchisce il progetto Dunk, riconfermandone, ancora una volta, il senso di percorso in fieri di ricerca sonora". Un line-up allargato con il quale hanno continuato il tour, e che ha pubblicato un nuovo singolo, L'originale.
Oggi vi presentiamo il bel video di Stradina che hanno pubblicato nei giorni scorsi, presentandolo così: "Sono stati mesi incredibili. Un progetto nato per la voglia di suonare, per amore della musica, ci ha portato a toccare palchi bellissimi, a pubblicare un disco e un 7", a conoscere realtà e persone nuove. Questo video è un grande regalo: un reportage del nostro ultimo concerto, girato dal Maestro Silvano Richini Filmmaker. Un concentrato di tutto: persone, energia, risate, emozione." Enjoy!!