Monday, October 23, 2017

Reminder: La Band del Brasiliano cd-tipp della settimana a Radio ARA!!

Come sapete, abbiamo periodicamente l'onore di scegliere e presentare il CD-tipp, disco della settimana di Radio ARA: da lunedì a venerdì, un brano al giorno, alle 18.
Ci pare giusto ricordarvi che questa settimana è nuovamente il nostro turno, anche perché vi faremo ascoltare in anteprima il disco che vi presenteremo sabato con una bella intervista.

La Band del Brasiliano è un ensemble di musicisti toscani con alle spalle collaborazioni molto diverse tra loro (Dilatazione, Paolo Benvegnù, Ulan Bator, Bluebeaters), appositamente riunito per la colonna sonora dell'omonimo film del collettivo John Snellinberg (2010), con il quale condivide alcuni membri. Dal 2011 hanno cominciato, per gioco, ad esibirsi dal vivo. In formazione big band tra gli 8 e i 12 elementi hanno suonato in tutta Italia, dividendo il palco, tra gli altri, con Baustelle e Calibro 35.
Nel 2013 hanno esordito con Vol. 1, ed il prossimo 27 ottobre Cinedelic Records pubblicherà Vol. 2si attinge di nuovo alla tradizione retrò easy listening, funk e sexy all’italiana, ma questo nuovo lavoro presenta più pezzi cantati (Davide Arnetoli e Serena Altavilla, già con Solki, Mariposa, Calibro 35) e più brani originali rispetto al primo, con il contributo di archi, percussioni e di una sezione fiati completa.

Un disco che ha tre anime: quella beat, smaccatamente retrò nell’approccio musicale e testuale, quella romantica, legata a temi di passione e gelosia, e quella fra funk ed erotismo, come nel singolo che vi abbiamo già proposto, Ti voglio (Vanoni/New Trolls), brano italiano di discomusic preferito dalla band.
Non perdete l'occasione di scoprire questo splendido lavoro in anteprima, da oggi a venerdì alle 18 (circa), e poi con l'intervista di sabato, il tutto su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link.

 


Canzoniere Grecanico Salentino, nuovo video dal prossimo disco: Lu Giustacofane

Apriamo la settimana tornando a parlare di una delle novità che vi abbiamo presentato sabato in trasmissione (qui il podcast).

Si tratta del primo singolo e video estratto dal nuovo disco di una band che esiste da più di quarant'anni, nel corso dei quali si è imposta come un nome di punta della world music. Il Canzoniere Grecanico Salentino è stato infatti fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, ed è ora guidato dal tamburellista e violinista Mauro Durante, che ha preso il posto del padre Daniele nel 2007.
A due anni dall’ultimo album Quaranta, questo venerdì sarà pubblicato Canzoniere, un disco innovativo e ambizioso, registrato tra Lecce e New York e ricco di prestigiose collaborazioni internazionali: Justin Adams, chitarrista inglese storico collaboratore di Robert Plant, il cantautore anglo-italo-francese Piers Faccini ed il violoncello di Marco Decimo, per anni al fianco di Ludovico Einaudi.

Un lavoro che continua il percorso di fusione di tradizione e modernità, di local e global, che ha portato il CGS ad essere headliner per la world music al WOMAD (in Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda) ed a partecipare allo Sziget Festival di Budapest, al Festival Internazionale di jazz Montréal, al Celtic Connections di Glasgow ed allo SXSW Music Festival in Texas. Questa volta le novità sono nel ritmo, nel sound, anche grazie a Joe Mardin (già al lavoro con Norah Jones e Aretha Franklin, fra gli altri), che ha prodotto il disco e Joe LaPorta (vincitore di un Grammy per Blackstar di David Bowie) che lo ha masterizzato: "Un groove percussivo di tamburi a cornice che sembra arrivare dall’elettronica di una drum machine. E’ Lecce che incontra New York, in una splendida fusione di stili e influenze in cui gli strumenti della tradizione salentina si prestano a un sound più moderno e contemporaneo, tra incursioni di chitarra elettrica e synth bass."

Sabato ve ne abbiamo proposto un'anticipazione, dedicata a Lu giustacofane, ovvero colui che passava di paese in paese per riparare gli oggetti danneggiati: "Siamo abituati a cambiare velocemente: oggetti e cose, quando si rovinano. Situazioni e affetti, quando diventano difficili e ci feriscono. Eppure, qualcuno ancora crede nel valore della cura e ci incoraggia a resistere, a non arrenderci."
Quest'oggi vi presentiamo il video del brano, per la regia di AcquaSintetica: enjoy!!



Sunday, October 22, 2017

Bobo Rondelli raccontato da Paolo Virzì: L'uomo che aveva picchiato la testa

Anche questa domenica non vi presentiamo come facciamo di solito un concerto, ma neanche una trasmissione televisiva come sette giorni fa: oggi vi vogliamo proporre uno splendido documentario.

Quale miglior modo di concludere questa settimana, che abbiamo dedicato quasi interamente (sia qui sul blog che in trasmissione, qui il podcast) a Bobo Rondelli, che proponendovi un film su di lui?
Si intitola L'uomo che aveva picchiato la testa, e lo ha realizzato nel 2008 un suo famoso concittadino e vecchio amico, il regista Paolo Virzì, tornando a Livorno in una torrida estate per incontrare non solo lui, ma anche un gran numero di suoi conoscenti e collaboratori.

Il risultato è uno splendido ritratto di un artista dall'enorme talento, ma anche di un uomo affascinante quanto complesso, sullo sfondo della sua Livorno: enjoy!!




Saturday, October 21, 2017

Bobo Rondelli e Barbara Santi nel podcast della settimana, già online!!

Non avete potuto ascoltare in diretta la trasmissione di oggi, ospiti Bobo Rondelli e Barbara Santi, o forse volete riascoltarla?
La trovate a questo link, in streaming o download: enjoy!!


Tracklist:
1
Eurocrime!
Calibro 35
2
Parole corte
Luca Lezziero
3
Milano immaginazione (feat. Paolo Benvegnù)
Volwo
4
M’arricordu e non mi scordu (feat. Luca Gemma)
Volwo
5
Lu Giustacofane
CGS Canzoniere Grecanico Salentino
6
Il tempo di morire
Lucio Battisti
7
Una giornata uggiosa
Lucio Battisti
8
Ho picchiato la testa
Ottavo Padiglione
9
Per amarti
Bobo Rondelli
10
Il Natale è il 24
Bobo Rondelli
11
Soli
Bobo Rondelli
12
Cartolina di Giornata
Bobo Rondelli

In onda fra poco, ospiti Bobo Rondelli e Barbara Santi

Sono quasi le 11.30 di sabato mattina, pronti come ogni settimana a seguirci su nuovi Sentieri Sonori?

Appuntamento speciale, quest'oggi, con una puntata quasi monografica, che ci lascerà però il tempo di farvi ascoltare qualche novità molto interessante, come le prime anticipazioni dai prossimi dischi di VolwoLuca Lezziero e CGC Canzoniere Grecanico Salentino ed il fantastico cofanetto di Lucio BattistiMasters.
Venendo agli ospiti, avremo in primo luogo il piacere di accogliere nuovamente in trasmissione l'amica Barbara Santi di Rumore, con cui recuperiamo sempre bei dischi usciti qualche anno fa. Percorreremo in questo caso la discografia e quindi la storia di un cantautore che amiamo molto, e che sarà l'altro nostro ospite di giornata.

Parliamo di un artista che seguiamo da più di vent'anni, da quando era il frontman degli Ottavo Padiglione: Bobo Rondelli, cantautore in perenne bilico fra poesia ed ironia, carattere del resto peculiare della gente della sua Livorno.
Lo avevamo ospitato l'ultima volta due anni fa (qui il podcast) per presentare il celebrato Come i Carnevali, che era poi stato seguito l'anno scorso da un toccante omaggio ad un suo illustre concittadino, Piero Ciampi.

Quest'oggi ci presenterà il suo nuovo album, Anime storte, uscito il 6 ottobre e presentato così: "Rondelli continua a vivere la sua seconda giovinezza artistica e per comporre questo disco si fa ispirare dalla figura delle persone semplici dei giorni nostri, virtualmente ingolfati di amicizie social, ma realmente sempre più soli e alienati. La produzione e gli arrangiamenti sono affidati alle sapienti mani di Andrea Appino (Zen Circus), nel disco anche la partecipazione di Bocephus King e Francesco Pellegrini (Zen Circus)."
Un lavoro che se da un lato ci fa ritrovare il suo inconfondibile stile e talento, dall'altro lo vede esplorare sentieri sonori per lui nuovi, con la consueta intensità.

 

READY TO TUNE IN?!!

11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Friday, October 20, 2017

La Band del Brasiliano cd-tipp della prossima settimana a Radio ARA!!

Come sapete, abbiamo periodicamente l'onore di scegliere e presentare il CD-tipp, disco della settimana di Radio ARA: da lunedì a venerdì, un brano al giorno, alle 18.
Ci pare giusto annunciarvi che la prossima settimana sarà nuovamente il nostro turno, anche perché vi faremo ascoltare in anteprima il disco che vi presenteremo sabato 28 con una bella intervista.

La Band del Brasiliano è un ensemble di musicisti toscani con alle spalle collaborazioni molto diverse tra loro (Dilatazione, Paolo Benvegnù, Ulan Bator, Bluebeaters), appositamente riunito per la colonna sonora dell'omonimo film del collettivo John Snellinberg (2010), con il quale condivide alcuni membri. Dal 2011 hanno cominciato, per gioco, ad esibirsi dal vivo. In formazione big band tra gli 8 e i 12 elementi hanno suonato in tutta Italia, dividendo il palco, tra gli altri, con Baustelle e Calibro 35.
Nel 2013 hanno esordito con Vol. 1, ed il prossimo 27 ottobre Cinedelic Records pubblicherà Vol. 2si attinge di nuovo alla tradizione retrò easy listening, funk e sexy all’italiana, ma questo nuovo lavoro presenta più pezzi cantati (Davide Arnetoli e Serena Altavilla, già con Solki, Mariposa, Calibro 35) e più brani originali rispetto al primo, con il contributo di archi, percussioni e di una sezione fiati completa.

Un disco che ha tre anime: quella beat, smaccatamente retrò nell’approccio musicale e testuale, quella romantica, legata a temi di passione e gelosia, e quella fra funk ed erotismo, come nel singolo che vi abbiamo già proposto, Ti voglio (Vanoni/New Trolls), brano italiano di discomusic preferito dalla band.
Non perdete l'occasione di scoprire questo splendido lavoro in anteprima, da lunedì 23 a venerdì 27 ottobre alle 18 (circa), e poi con l'intervista di sabato 28, il tutto su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link.

 


Questo pomeriggio Sentieri Sonori goes to Spain, featuring Willie Peyote & La Band del Brasiliano

La settimana scorsa abbiamo avuto il piacere di ospitare in trasmissione, come ogni mese o quasi, l'amico Steven Forti di Zibaldone (Radio Contrabanda, Barcelona) con le sue interessanti proposte.

Mi pare giusto informarvi che questo pomeriggio ci sarà anche il collegamento nell'altro senso.
Sarò infatti lieto di partecipare a Zibaldone, per presentare due delle più belle novità degli ultimi tempi, nonché i nostri due ospiti di sabato scorso e della settimana prossima, Willie Peyote e La Band del Brasiliano!!

Vi invito quindi a sintonizzarvi dalle 18 alle 20, sui 91.4 in FM se ci leggete da Barcelona, altrimenti in live streaming a questo link.


Bobo Rondelli ed il suo omaggio a Piero Ciampi: Sporca estate

Come annunciato, domani avremo il piacere di accogliere nuovamente in trasmissione un musicista che amiamo molto, e seguiamo da più di vent'anni.

Stiamo parlando del grande Bobo Rondelli, che avevamo ospitato l'ultima volta due anni fa (qui il podcast) per il celebrato Come i Carnevali.
Vi presenteremo ora il suo nuovo album, Anime storte, uscito il 6 ottobre, e gli dedicheremo anche una buona parte della trasmissione, con la partecipazione dell'amica Barbara Santi di Rumore, con cui ripercorreremo la storia del cantautore livornese.

Abbiamo iniziato questo excursus già nel corso della settimana qui sul blog, ed oggi arriviamo ovviamente al suo ultimo lavoro, toccante omaggio ad un suo illustre concittadino, Piero Ciampi.
Si tratta della registrazione dello spettacolo Ciampi ve lo faccio vedere io, andato in scena il 19 novembre 2015 al Nuovo Teatro delle Commedie di Livorno, e pubblicato in un primo tempo unicamente in allegato al Tirreno, il quotidiano livornese. Tale fu il successo (esaurito in 48 ore) e tante le richieste che pochi mesi dopo, nel marzo 2016, il disco fu pubblicato da The Cage e Piccica in un box speciale contenente una raccolta di Ciampi ed un book scritto da John Vignola.
Ve ne proponiamo uno splendido estratto, Sporca estate, raccomandando nuovamente di non perdere la puntata speciale di domani: enjoy!! 



Thursday, October 19, 2017

In onda sabato mattina, ospiti Bobo Rondelli e Barbara Santi

La settimana sta come sempre volando via, si avvicina il weekend, e con esso il vostro appuntamento con Sentieri Sonori!!

Appuntamento speciale, questo sabato, con una puntata quasi monografica, che ci lascerà però il tempo di farvi ascoltare qualche novità molto interessante, come le prime anticipazioni dai prossimi dischi di VolwoLuca Lezziero e CGC Canzoniere Grecanico Salentino ed il fantastico cofanetto di Lucio Battisti, Masters.
Venendo agli ospiti, avremo in primo luogo il piacere di accogliere nuovamente in trasmissione l'amica Barbara Santi di Rumore, con cui recuperiamo sempre bei dischi usciti qualche anno fa. Percorreremo in questo caso la discografia e quindi la storia di un cantautore che amiamo molto, e che sarà l'altro nostro ospite di giornata.

Parliamo di un artista che seguiamo da più di vent'anni, da quando era il frontman degli Ottavo Padiglione: Bobo Rondelli, cantautore in perenne bilico fra poesia ed ironia, carattere del resto peculiare della gente della sua Livorno.
Lo avevamo ospitato l'ultima volta due anni fa (qui il podcast) per presentare il celebrato Come i Carnevali, che era poi stato seguito l'anno scorso da un toccante omaggio ad un suo illustre concittadino, Piero Ciampi.

Questo sabato ci presenterà il suo nuovo album, Anime storte, uscito il 6 ottobre e presentato così: "Rondelli continua a vivere la sua seconda giovinezza artistica e per comporre questo disco si fa ispirare dalla figura delle persone semplici dei giorni nostri, virtualmente ingolfati di amicizie social, ma realmente sempre più soli e alienati. La produzione e gli arrangiamenti sono affidati alle sapienti mani di Andrea Appino (Zen Circus), nel disco anche la partecipazione di Bocephus King e Francesco Pellegrini (Zen Circus)."
Un lavoro che se da un lato ci fa ritrovare il suo inconfondibile stile e talento, dall'altro lo vede esplorare sentieri sonori per lui nuovi, con la consueta intensità.

 

La raccomandazione è la solita: READY TO TUNE IN?!!

Sabato 21 ottobre, 11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Bobo Rondelli ed il suo ormai penultimo disco di inediti: Cielo e terra

Come annunciato, questo sabato avremo il piacere di accogliere nuovamente in trasmissione un musicista che amiamo molto, e seguiamo da più di vent'anni.

Stiamo parlando del grande Bobo Rondelli, che avevamo ospitato l'ultima volta due anni fa (qui il podcast) per il celebrato Come i Carnevali, che era poi stato seguito l'anno scorso da uno toccante omaggio ad un suo illustre concittadino, Piero Ciampi.
Vi presenteremo ora il suo nuovo album, Anime storte, uscito il 6 ottobre, e gli dedicheremo anche una buona parte della trasmissione, con la partecipazione dell'amica Barbara Santi di Rumore, con cui ripercorreremo la storia del cantautore livornese.

Abbiamo iniziato questo excursus già nel corso della settimana qui sul blog, e ieri siamo giunti a parlare de L'ora dell'ormai, disco del 2011, che fu seguito due anni dopo dall'energetico e scanzonato A famous local singer, registrato con L'Orchestrina.
Arriviamo quindi al succitato Come i Carnevali, album del 2015, per il quale Bobo torna al lavoro con Filippo Gatti, di cui vi parlavamo ieri, ed alle atmosfere sognanti del precedente album realizzato con lui, Per amor del cielo.
Fra i tanti splendidi brani di questo disco, oggi vi proponiamo la toccante Cielo e terra, ed il bel video per la regia di Antonio Veracini e Martina Lazzerini: enjoy!!