Sunday, March 18, 2018

CCCP Fedeli alla Linea @ D.O.C. quasi esattamente 30 anni fa!!

Chi segue questo blog sa che la domenica ci piace condividere dei video più lunghi, in generale dei concerti per intero, ma a volte anche interviste, film, o come oggi programmi televisivi. Si tratta però di un programma storico per la musica italiana, che tre decenni fa creò uno spazio in RAI per le esibizioni di artisti italiani e stranieri di valore, molto spesso ben al di fuori dei canoni stilistici cui era abituato il grande pubblico dell'epoca.

Si chiamava D.O.C.: Musica e altro a denominazione d'origine controllata ed era una creatura del (al tempo) geniale Renzo Arbore, affiancato alla conduzione da Gegè Telesforo (anche apprezzato cantante jazz) e Monica Nannini. Uno spazio quotidiano in fascia pomeridiana andato in onda su RAI 2 dal 2 novembre 1987, per poi passare in versione serale e terminare il 17 giugno 1988. Seguì un'edizione speciale, D.O.C. Concerto, con le esibizioni complete degli artisti più prestigiosi, ed una seconda stagione a nome International D.O.C. club, con gli stessi conduttori, fino al giugno 1989.
Un'avventura durata quindi solo un anno e mezzo, ma più di 400 puntate, e rimasta nella memoria di tutti gli appassionati di musica, specialmente chi come il sottoscritto era all'epoca adolescente.

Innumerevoli gli artisti che mi fece scoprire, o anche solo apprezzare su un palco, in un'epoca in cui non c'era il web a permettere di vedere e ascoltare tutto ciò che si voglia in qualsiasi momento o luogo. Ospiti come dicevo sempre di qualità, che andavano dai grandi nomi, internazionali (James Brown, Dizzi Gillespie, Miles Davis, Chet Baker, Jorma Kaukonen..) o italiani (Ivano Fossati, Fiorella Mannoia, Francesco De Gregori, Lucio Dalla), ad artisti o band decisamente più di nicchia, come quella di cui parliamo oggi.

I CCCP Fedeli alla Linea sono infatti per noi (e non solo) fra i gruppi seminali del rock italiano, nel quale hanno lasciato un segno indelebile, ma posso testimoniare che all'epoca non eravamo in molti non solo a seguirli ed apprezzarli, ma anche a sapere chi fossero.. anche fra i compagni di classe, in molti facevano ironia fin solo dal nome. Era del resto comprensibile che una band rivoluzionaria sia dal punto di vista musicale che estetico non incontrasse i favori del grande pubblico: potete immaginarvi la famosa casalinga di Voghera di fronte ad un tale spettacolo, nel pomeriggio di RAI 2?

Noi siamo lieti di proporvelo in questa domenica, per far fare un salto nel tempo ai miei coetanei, e magari una bella scoperta a qualche giovane: enjoy!!







No comments:

Post a Comment